Che fine hanno fatto Veltroni e l’Onda universitaria?

Manifestazio14Novembre_Gelmini

Che fine hanno fatto l’onda universitaria e Walter Veltroni?

Dov’è finito Walter Veltroni, me lo chiedo spesso. Può un leader di un partito lasciare le redini, dare motivazioni vaghe per poi uscire completamente di scena, non rispondere a domande politiche nonostante sia parlamentare e va in giro a presentare “Noi”?

Lo scorso anno era quello delle manifestazioni contro la legge 133, la finanziaria di Tremonti che ha tagliato in maniera indiscriminata i fondi alle università. Eppure l’anno scorso la legge era solo stata approvata ma non si potevano vedere gli effetti. Quest’anno invece si cominiciano ad avvertire gli effetti di mani di forbice, ma sembra tutto così spento, inerme. Qualche manifestazione sparsa c’è stata a Roma, a Milano e qualche altra città. Le notizie si sono trovate nei trafiletti di qualche giornale.

L’anno scorso durante la protesta eravamo molto incazzati. Incazzati con una opposizione assente, Veltroni sembrava già scomparso. Durante le manifestazioni, di politici ne ho visti ben pochi, pochissimi. Ricordo come il movimento studentesco si rifiutò di organizzarsi per fare volantinaggio durante la manifestazione del partito democratico per non sembrare un movimento partitico o partitico-cratico. Ci andai da solo. Feci un po’ di volantinaggio anche se non ero abituato a farlo, la gente mi chiedeva informazioni, si interessava.

Veltroni? Ah si, è vero. Lui fece un discorso che aveva poca sostanza, durò meno di un’ora e per non lasciare indietro nessuno cercò di dire una frase per ogni tema. Era vago, quasi retorico. Il suo messaggio al governo fu: «quando governermo noi…». Quando?!?! Il discorso di Veltroni finì in tempo, prima di un violento acquazzone. «Piove! Governo ladro», dicevano alcuni.

Due ottobre diversi quello del 2008 e quello del 2009. Due assenti importanti. Walter e l’Onda che è sempre stata distante nei da Veltroni e dal pd. Oggi invece sembrano più vicini che mai.

Pubblicato da

Damiano Zito

PhD Student e Ingegnere Elettrico. Blogger su il Fatto Quotidiano. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Attualmente vivo a Roma. Sul mio blog riverso pensieri, opinioni, collaborazioni e quando capita anche esperienze personali. Mi piacciono la cucina e i vini italiani.

Lascia un commento