Il 5 gennaio per fermare gli abusi sull’abbazia florense

Abbazia florense impalcature

dalla Calabria, dove anche i soldi per ristrutturare le Abbazie vengono rubati

Il simbolo dell’utopia della giustizia, l’Abbazia florense di San Giovanni in Fiore, deve essere restaurato. I soldi per il finanziamento del restauro provengono dai fondi europei, ma per il momento sono bloccati dalla Regione Calabria.

Il monumento dell’abate rivoluzionario Gioacchino da Fiore,  infatti, è posto sotto sequestro dalla procura di Cosenza. Secondo Emiliano Morrone il restauro dell’abbazia florense che da tempo è coperto da un’impalcatura ormai arruginita come si può vedere dalla foto, «rappresenta uno dei più emblematici fra quelli commessi in Calabria». E non ha tutti i torti perché per questo restauro doverebbero essere utilizzati fondi europei  che in Calabria vengono continuamente «sottratti da criminalità e colletti bianchi», sottolinea Morrone.

Per il prossimo 5 gennaio 2010 (qui il sito dell’iniziativa), Morrone ha lanciato un appello rivolto a movimenti e blog, affinché si faccia una catena umana davanti all’abbazia «per dimostrare che esiste una vigilanza su chi amministra e che la cosa pubblica è di tutti». Sul caso che va avanti da molto tempo si sono espressi Angela Napoli, Luigi de Magistris, Sonia Alfano, Beppe Grillo, Derrick De Kerchkove, Rosanna Scopelliti, Franco Laratta, Marco Veneziani, Gianni Vattimo. Sarà una partecipazione senza colori politici, chi parteciperà lo farà svincolandosi dalle proprie opinioni politiche. Un gesto simbolico, insieme ed uniti per fermare gli abusi.

Pubblicato da

Damiano Zito

Ingegnere Elettrico e Dottore di Ricerca. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Ho vissuto 10 anni a Roma. Su questo blog ho riversato pensieri, opinioni, collaborazioni ed esperienze personali. Quello che leggi può essere stato scritto ormai qualche anno fa.

10 pensieri su “Il 5 gennaio per fermare gli abusi sull’abbazia florense”

  1. Devo dire, caro Pierferdi, che mi interessano poco gli insulti e le minacce che m’ha rivolto, tanto più se vuoi chiedermi scusa o meno (me ne farò una ragione). Per fortuna c’è gente come Damiano che sa fare discorsi costruttivi. Le tue blaterazioni da boss-bulletto sono solo spazzatura e ti lascio ben immaginare quello che ci faccio…

  2. Damiano,

    ti ringrazio, di cuore, per il tuo sostegno vivo e concreto in questa giornata simbolo della rinascita della giustizia e della legalità nella città di Gioacchino da Fiore.
    Grazie, anche, per il tuo interessante blog, fonte di riflessioni e, altresì, importante contributo alla conoscenza. Un Grande Uomo ha detto che “la lotta alla mafia deve essere innanzitutto un movimento culturale…”.
    Buon lavoro e buon 2010.

    Vittoria Perri, una “emigrata sparente”.

  3. @pierferdinando
    Benissimo. Adesso il discorso si fa costruttivo e comunque non pretendo che tu cambi idea, ci mancherebbe altro.
    Se vuoi sapere perché i motivi per cui non vogliamo il ponte, li stilo quanto prima in un post.

    Ti anticipo però che la questione del ponte non è ideologica.
    Inoltre per quanto riguarda me, chi mi conosce bene sa che non mi interessa se una persona è di destra o sinistra ma discuto con chiunque purché il dialogo possa portare un contributo alle conoscenze mie e di chi sta interloquendo con me. E un’altra precisazione: non sono comunista.

    Per adesso ti dico che tu la metti sotto una questione ideologica, ma ti dico che per volere il ponte non bisogna essere di destra e per non volerlo essere di sinistra. Ripeto, non è una questione ideologica.
    Ora siccome non ho avuto il tempo necessario per scrivere un sunto dei motivi per il no al ponte e i tanti sì per altre cose, prometto di farlo in questi giorni. E possiamo dibattere tranquillamente. 😉

    dz

  4. allora…1) mi scuso solo delle parole pesanti che ho detto ma non cambio idea su quello che ho detto…chiariamo questa cosa2)il mio vero nome non e pierferdinando pero e meglio che non te lo dico…3)non ho minacciato nessuno con quel ti spacco il culo…ma la mia e solo stata una provocazione…4)non ho intenzione di chiedere scusa a francesco…5)tutto questo e iniziato solo su una tua affermazione del nome al ponte… a me piace la politica e sono di destra. se ti va di rispondere, mi piacerebbe sapere perche non volete il ponte.In caso di risposta Grazie sennò tanti saluti e buon natale…

  5. Caro pierferdinando, mi sono preso degli insulti gratuiti e non ti ho risposto. Come puoi vedere io scrivo e si sa chi sono. Tu a quanto pare mi conosci pure, mi insulti, ma non rispondo alle tue provocazioni. Se vuoi parlare, questo spazio rimane aperto a chiunque, senza però che si insultino le persone né che si minaccino. Metti il tuo vero nome e cognome, altrimenti.
    Hai minacciato una persona da questo blog. Sappi che ogni entrata al sito è registrata come gli ip, gestore e altre informazioni, con cui hai visitato e commentato il blog.

  6. francesco vedi di farti i cazzi tuoi se nn vuoi ke ti sspacco il culo stronzo di merda ke sei un comunista pure tu cazzone e vedi di stare zitto… hai capito coglione di meda

Lascia un commento