Santoro ci spieghi?

L’addio di Michele Santoro e di Annozero ha spiazzato tutti, pubblico e collaboratori, Marco Travaglio per primo, che fino a ieri sera non ne sapeva nulla.

Il programma di Santoro è sempre stato scomodo per una tv appiattita nell’informazione, troppo servile al Governo. Le pressioni e le mincacce evidentemente si aggiungono alla stanchezza fisica e così Santoro getta la spugna. O quasi.

Da quello che si apprende leggendo i giornali di oggi, il conduttore di Annozero pare abbia trattato direttamente con il direttore generale della Rai, Mauro Masi, lo stesso dg che al telefono riceveva le pressioni di Silvio Berlusconi tramite Giancarlo Innocenzi. Le intercettazioni in cui il Presidente del Consiglio si adirava per le puntate sul processo Mills, su Patrizia D’Addario, sono state rese note nella serata di Raiperunannotte, al Paladozza di Bologna. Una serata per protestare contro la chiusura dei talk-show durante la campagna elettorale chiusa con «giuro che la farò sempre fuori dal vaso».

Ora Santoro lascia. Da dipendete pubblico diventa collaboratore della Rai e può dedicarsi alle docu-fiction che molto probabilmente andranno sulla terza rete della emittente pubblica. L’approfondimento politico sarà quindi affidato al salotto di Bruno Vespa e a Gianluigi Paragone. E chissà se anche Maurizio Belpietro arriverà in Rai.

Da libero professionista Santoro potrà proporre i suoi documentari alla Rai, senza nessuna diretta, già registrati. Nessuno gli vieta di proporli a Sky o a Current Tv, il canale di informazione di Al Gore che si trova sempre sulla piattaforma satellitare di Rupert Murdoch. Stando alle cifre che vengono oggi riportate si tratta di contratti milionari. Verrebbe da dire che Michele Santoro stia vendendo Annozero e assieme al programma anche il suo pubblico e forse la sua reputazione.

Nelle pagine su facebook e nei commenti agli articoli che sono stati pubblicati sul web si raccoglie tanta delusione, specie per chi ha contribuito (anche economicamente) alla realizzazione di Raiperunanotte. Ora non rimane che Santoro ci spieghi.
Aggiornamento: Santoro risponde dal sito di Annozero

Cari amici,

avrei preferito che solo ad accordo sottoscritto se ne fosse data notizia, anche per concludere serenamente una stagione televisiva caratterizzata da straordinari risultati. Tuttavia prendo atto con soddisfazione delle decisioni che mi riguardano, proposte dal Direttore Generale e assunte di fatto alla unanimità dal Consiglio di Amministrazione della Rai, che mi potranno consentire di sperimentare nuovi formati televisivi.

Fornirò nelle prossime settimane la necessaria collaborazione per arrivare rapidamente alla completa definizione in ogni sua parte dell’intesa. A conclusione della stagione, e solo a firma avvenuta, risponderò a tutte le domande sul carattere dell’accordo e sul mio futuro professionale, convinto come sono di aver agito ancora una volta nell’interesse del pubblico.

Michele Santoro

[ad name=”468×60″]

Pubblicato da

Damiano Zito

Ingegnere Elettrico e Dottore di Ricerca. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Ho vissuto 10 anni a Roma. Su questo blog ho riversato pensieri, opinioni, collaborazioni ed esperienze personali. Quello che leggi può essere stato scritto ormai qualche anno fa.

6 pensieri su “Santoro ci spieghi?”

  1. @Luca

    Appena ho letto della notizia di Santoro ho subito ipotizzato ad un Santoro in Current. Trovi ancora il mio post sul blog.

    Non è mi è piaciuto il modus operandi di Santoro. Sembra che si sia “venduto”. Non sarà così, però il fatto è che lui sta trattando per un contratto da collaboratore per docu-fiction da 1 milione di euro. È vero, non è stanco fisicamente ma le pressioni in Annozero sono decisamente peggio della stanchezza fisica. Ha ceduto a queste per un altro progetto del quale, pare, non ne abbia parlato a isuoi piu stretti collaboratori, al suo staff cui ha sempre tenuto.

  2. Volete sapere perche’ Santoro si e’ dimesso?

    Potete guardarvi questo video:
    http://www.youtube.com/watch?v=VSV6kYWn4vo

    e son sicuro tutto sara’ subito piu’ chiaro.

    ps. A proposito, a riguardo ho scritto questo testo che vi posto:

    “Avete letto?

    http://www.repubblica.it/politica/2010/05/20/news/operazione_annozero-4200798/?ref=HREC1-1

    Beh … secondo me quello che c’e’ scritto e’ vero solo in parte.
    Cioe’ e’ vero che Santoro si e’ dimesso dalla RAI, pero’ non credo
    lo abbia fatto perche’ “stanco”. Uno che organizza “Rai per una
    notte” non e’ una persona stanca. E’ una persona che crede in
    quello che fa fino alla fine.

    Qualche settimana fa, mi era capitato, per puro caso, di ascoltare
    su Sky-Italia parlare Al-Gore della creazione del nuovo canale
    satellitare Current-TV. Ascoltatevi bene questo video:

    http://www.youtube.com/watch?v=VSV6kYWn4vo

    al minuto 2 e 47 secondi, Al Gore dice esplicitamente: “Noi abbiamo
    chiesto a lui [Santoro] e al suo Show di venire da noi”. Subito dopo
    al Gore parla anche delle Gabanelli …

    Insomma … io non credo che Santoro se ne sia andato dalla RAI
    perche’ stanco, ma perche’ aveva un’altra proposta … forse piu’ allettante.

    Sinceramente sono molto deluso, veramente … ma tanto tanto. Primo
    di tutto perche’, per quanto non senza problemi, Santoro e’ sempre andato
    in onda [e quando non glielo hanno permesso, e’ successa una mezza
    rivoluzione] Secondo proprio per il fatto di “vendersi” agli “Americani”.

    Non e’ che io ce l’abbia con gli USA a prescindere, pero’ ascoltatevi bene
    il discorso di Al Gore. Non notate niente di strano? Non vi ricorda questo?

    http://www.youtube.com/watch?v=PB_sL2bQkNo

    “Fondamentalmente agli Americani non interessano i mondiali di calcio
    Americani […] Guardate Lorena Bottit, pensate a suo marito, quale interesse
    ripone lui nei mondiali, secondo voi? Nessuno”[NESSUNO ALLO STADIO, Elio
    e le Storie Tese]

    Insomma, qui e’ la stessa cosa. Quando Al Gore nel video al minuto 3 e
    15 secondi dice “Voglio onorare la memoria di Enzo Biagi” e poi “la nostra
    aspirazione principale a Current-tv Italia e’ che lo spirito di Enzo Biagi possa
    rivivere su Current-tv” La prima cosa che mi e’ venuta in mente e’ stata: “ma
    tu che cazzo ne sai di Enzo Biagi? Perche’ ti appropri della memoria di qualcuno
    che non rappresenta niente per te?”

    Insomma, era ovviamente un discorso preparato e atto a stimolare l’emozione
    in un pubblico che era pronto ad essere emozionato al richiamo di alcune parole
    chiave come “Biagi”, “Santoro” e “Gabanelli”.

    Badate bene, io adoro questo giornisti e onoro la memoria di Biagi, ma diffido di qualcuno
    venuto da oltre oceano che elogia persone di cui non gliene puo’ fregar di meno, allo
    scopo di attrarre talenti per la sua TV e che mette su un teatrino nello stile “I want you”.

    Secondo me l’unico risultato di questa operazione firmata stelle e strisce, sara’ portare
    via dalla RAI [che gia’ non gode di buona salute] alcune tra le migliori menti e giornalisti,
    come Santoro e Gabanelli, probabilmente decretando nei fatti un ridimensionamento
    enorme delle entrate pubblicitarie.

    Insomma, visto che a pensar male ci si prende, secondo me stiamo assistendo alla
    resa finale della TV pubblica Italiana per mano, anche, di forze venute da oltre Atiantico,
    che alla liberta’ di informazione in Italia sono interessate poco o niente se non nell’ottica
    di un suo ridimensionamento o annullamento.

    Luca”

  3. Attendiamo le spiegazioni di Santoro. Non so se la nuova posizione potrà cambiare in meglio le cose, però aver trattato per un mese, senza dire nulla nemmeno ai più stretti collaboratori è un’azione poco trasparente che mette in gioco la sua credibilità e di chi lo ha sempre seguito e difeso.

  4. Damiano credo che si debba attendere. Molte cose sono successe negli ultimi mesi. Speriamo solo che questa posizione possa migliorare la situazione futura. Io ne sono convinto.

Lascia un commento