Ero con gli aquilani ed io ho visto questo

Questa mattina sono andato a Piazza Venezia e fino a qualche ora fa ero al corteo con gli aquilani.

Ho visto gente arrabbiata, con il Governo e con l’opposizione. Per le tasse che ha ricominciato a pagare, per i soldi che mancano per una ricostruzione che non sta avvenendo.

Il segretario del Pd Bersani (qui il video) è stato duramente contestato, a parole, senza che mai nessuno alzasse un dito. Ho visto sindaci e cittadini uniti dalla forza della coesione per chiedere tutti la stessa cosa al Governo e all’opposizione. Non c’erano provocatori, ero lì tra i poliziotti e la gente abruzzese. Alcuni scambiavano due chiacchiere con i poliziotti.

Ma gli ordini impartiti erano chiari. Non si può andare sotto al Parlamento a manifestare. Tanta tensione per un corteo che è stato portato a pochissimi metri da Montecitorio. Ho visto un aquilano contestare con la testa che perdeva sangue. Donne, uomini, bambini, giovani e vecchi a chiedere di essere ascoltati e presi in considerazione. Poi sono tornato a casa. Ho fatto qualche ripresa con la mia videocamera, posso solo dire quello che ho visto con i miei occhi.

Non c’era nessun soggetto “pericoloso”, nessuno in grado di poter sfondare un cordone delle forze dell’ordine. Per tutto il giorno si è cercata la mediazione. Nessuno aveva “armi”, l’unica che possedevano era il diritto di parola e di contestazione.

httpv://www.youtube.com/watch?v=eNeYt67DhVA

Pubblicato da

Damiano Zito

Ingegnere Elettrico e Dottore di Ricerca. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Ho vissuto 10 anni a Roma. Su questo blog ho riversato pensieri, opinioni, collaborazioni ed esperienze personali. Quello che leggi può essere stato scritto ormai qualche anno fa.

Lascia un commento