Come rispondere a Gasparri

image

Le provocazioni di Gasparri di certi giornali vicini al Governo servono ad intimidire chi vorrebbe manifestare pacificamente contro il ddl Gelmini.
È rincuorante che i sindacati di polizia manifestino davanti la villa del premier ad Arcore a causa dei tagli e per dire ai Gasparri di turno di assumersi le responsabilità per la gravità delle sue parole sugli arresti preventivi. Anche perché insiste dicendo che tra gli studenti ci sono potenziali assassini.
I pericolosi e irresponsabili accostamenti del senatore del Pdl però non devono scoraggiare e alle sue parole bisogna rispondere con gesti molto più nobili di quanto lui e noti benpensanti possano immaginare.
Sappiamo nello stesso tempo che la tensione è molto alta ma cadere nella trappola come dei topi sarebbe troppo ingenuo.

Pubblicato da

Damiano Zito

PhD Student e Ingegnere Elettrico. Blogger su il Fatto Quotidiano. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Attualmente vivo a Roma. Sul mio blog riverso pensieri, opinioni, collaborazioni e quando capita anche esperienze personali. Mi piacciono la cucina e i vini italiani.

Un pensiero su “Come rispondere a Gasparri”

Lascia un commento