Se la Prestigiacomo scarica il Pdl

Stefania Prestigiacomo, come ha fatto in precedenza il Ministro Mara Carfagna, lascia (momentaneamente?) il Pdl per passare al Gruppo Misto.

Vale la pena soffermarsi su questo cambio di rotta del Ministro dell’Ambiente perché da mesi si vocifera di un possibile passaggio della Prestigiacomo al nuovo movimento Forza del Sud fondato in Sicilia da Gianfranco Micciché. Le trattative sono state raccontate nei retroscena di questo autunno ma evidentemente hanno qualche fondamento a meno che l’operazione Prestigiacomo non si concluda con un nulla di fatto e come la Carfagna rientri nel partito di Berlusconi.

Per completezza di informazione  ricordiamo anche che le malelingue ci informavano dicendoci che oltre alla Prestigiacomo e alla Carfagna ci sarebbe (stata) anche Mariastella Gelmini attratta da Micciché. Erano proprio i giorni in cui il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti tagliava le spese del 10 per cento per ogni ministero e sia la Gelmini che la Prestigiacomo ebbero da discutere con Tremonti.

Per quanto riguarda il Ministro dell’Istruzione le è stata poi garantita la copertura per le nuove assunzioni di professori associati (il decreto salva-precari) e quando invece Mara Carfagna ruppe col Pdl ci pensò il solito Gianni Letta, tessitore dei rapporti anche interrotti tra B. e gli altri a ricomporre i collegamenti.

Sarà anche così anche per la Prestigiacomo?

Pubblicato da

Damiano Zito

PhD Student e Ingegnere Elettrico. Blogger su il Fatto Quotidiano. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Attualmente vivo a Roma. Sul mio blog riverso pensieri, opinioni, collaborazioni e quando capita anche esperienze personali. Mi piacciono la cucina e i vini italiani.

Lascia un commento