Berlusconi è sempre più solo

La storia del Ruby-gate sta suscitando grosse polemiche e ha cambiato ogni scenario politica fino ad oggi ipotizzato. Il presidente del Consiglio nei giorni scorsi assicurava che sarebbe andato dai giudici a difendersi. Ma alla richiesta di presentarsi davanti ai pm della procura di Milano in un primo momento aveva fatto sapere che non ci sarebbe andato salvo poi essere smentito dai suoi legali che insieme all’assistito stanno valutando la situazione e se ricorrere ad un legittimo impedimento.

Oggi il premier ha inviato alle televisioni un video-messaggio dove si difende dalle accuse rivoltegli annunciando addirittura di avere un rapporto stabile con una persona da dopo il divorzio con la moglie Veronica Lario. In sostanza ripete la solita pappa che siamo abituati ad ascoltare dalla “discesa in campo”, ovvero un monologo contro i giudici che lo perseguitano. Quello che traspare è un presidente sempre più solo con una maggioranza che si tiene solo grazie al supporto di tre scilipoties alla Camera.

Staremo a vedere se Berlusconi e i suoi avvocati troveranno una via di uscita da questa vicenda. Se la procura chiede il processo immediato viene da pensare che abbia elementi insindacabili contro gli imputati, a meno che l’impianto probatorio non faccia acqua da ogni parte.

La carriera politica di Silvio Berlusconi è iniziata con un video-messaggio, a questo punto ci sono le probabilità che si concluda allo stesso modo.

Pubblicato da

Damiano Zito

Ingegnere Elettrico e Dottore di Ricerca. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Ho vissuto 10 anni a Roma. Su questo blog ho riversato pensieri, opinioni, collaborazioni ed esperienze personali. Quello che leggi può essere stato scritto ormai qualche anno fa.

Lascia un commento