Ferrara In Mutande Per Difendere Berlusconi

Viene ricevuto dal capo direttamente a Palazzo Grazioli (che gli concede subito un’intervista per il Foglio), poi va al Tg1 e dice che in Italia da 17 anni i giornali guidano le inchieste delle procure e quindi indice una manifestazione contro il puritanesimo italiano.

Inoltre definisce Berlusconi un «peccatore come ogni essere umano», liquida quella alla questura di Milano come una «telefonata di cortesia» e invita La Russa e la Santanchè – presenti alla sua manifestazione – a dire a al premier di tornare a quello che era nel ’94 (ma lui non poteva dirglielo giovedì?). E per finire, siccome bisogna contrastare il «golpe morale» contro Berlusconi e il suo Governo, organizzato dalla sinistra e messo in atto dalle procure perché non ce la può fare nemmeno Fini, allora tutti in mutande (il contenuto potrebbe urtare la vostra sensibilità personale) e basta spiare dai buchi delle serrature.

Photo Credits | il Giornale

Pubblicato da

Damiano Zito

PhD Student e Ingegnere Elettrico. Blogger su il Fatto Quotidiano. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Attualmente vivo a Roma. Sul mio blog riverso pensieri, opinioni, collaborazioni e quando capita anche esperienze personali. Mi piacciono la cucina e i vini italiani.

Lascia un commento