Notizie dal Palazzo

La manovra finanziaria per cui Napolitano ha chiesto di ringraziare il Parlamento non è stata accolta bene dai mercati.

Angelino Alfano non vede l’ora di prendere ufficialmente la guida del Pdl.

Veltroni dalle colonne del Corsera lo definisce «l’uomo di una destra nuova».

Il posto di Alfano lo prenderà qualcuno che per Napolitano deve avere un alto profilo per evitare altri casi Brancher e Romano. Quindi Brunetta (è nel totonomine con la Bernini ed Enrico La Loggia) è automaticamente escluso.

Sul voto di arresto per Papa Bossi cambia opinione a seconda che la poltrona alle Politiche Comunitarie per il capogruppo della Lega Reguzzoni si liberi o meno. L'”ex” Ronchi pare abbia rifiutato la sua stessa poltrona per evitare di «sputtanarsi» dopo  essere tornato da Fli.

Ma nel Carroccio non tutti la pensano allo stesso modo: il ministro Maroni invece vuole votare sì (e anche per Milanese) e quando sarà il turno per la sfiducia del ministro Romano (indagato per mafia) farà la stessa cosa.

 

Pubblicato da

Damiano Zito

PhD Student e Ingegnere Elettrico. Blogger su il Fatto Quotidiano. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Attualmente vivo a Roma. Sul mio blog riverso pensieri, opinioni, collaborazioni e quando capita anche esperienze personali. Mi piacciono la cucina e i vini italiani.

Lascia un commento