I Tre Obiettivi del Giappone dopo il Nucleare

DiDamiano Zito

I Tre Obiettivi del Giappone dopo il Nucleare

Dal terremoto in Giappone e dal disastro avvenuto nella centrale nucleare di Fukushima sono passati sei mesi, un referendum in Italia, l’annuncio dello spegnimento del nucleare (seppur graduale) di alcune centrali tedesche, ripensamenti, dibattiti e stress-test.

Dopo questi mesi, il primo ministro Noda ha illustrato la nuova strategia energetica del Giappone:

  1. «Ripartiremo con una pagina bianca e presenteremo entro l’estate prossima un nuovo piano energetico che arriva fino al 2030»
  2. «Dobbiamo creare una società basata su nuove energie»
  3. «Dobbiamo fare del Giappone un modello su scala globale»
Photo Credits | Toru Hanai

 

Info sull'autore

Damiano Zito administrator

Ingegnere Elettrico e Dottore di Ricerca. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Ho vissuto 10 anni a Roma. Su questo blog ho riversato pensieri, opinioni, collaborazioni ed esperienze personali. Quello che leggi può essere stato scritto ormai qualche anno fa.

Per pubblicare un commento, devi accedere