Promemoria e Invito al Voto

democracyPrima che questa campagna elettorale entrasse nel vivo ero quasi deciso a fare del partito dell’astensione il mio partito. Poi ho riflettuto più e più volte sulle mie posizioni, le mie idee e su quanto abbia più volte cercato di convincere gli altri ad andare dentro l’urna e votare pur di esercitare quel diritto/dovere. Col naso turato naturalmente. Fino a che anch’io non ho iniziato a sentire quel sentimento comune a molti astensionisti. Rassegnazione, sfinimento, rabbia, stanchezza, chiamatela come vi pare.

Oggi invece scrivo questo post come promemoria e come invito al voto. Lo so non è facile. Ognuno di noi ha diverse priorità. Diverse idee. Ma penso che in ognuno di noi ci sia almeno una persona che possa averci convinto di più. Andate al voto. Arrabbiati, convinti, col naso turato o tutti contenti di farlo, ma fatelo.

Dopo queste elezioni

Da lunedì sera o da martedì saremo sotto i riflettori del mondo. Queste politiche 2013 sono un evento particolare in un periodo altrettanto “speciale”. Che voi votiate Pd, Pdl, M5S, Lista Civica, Rivoluzione Civile non cambierà queste sorti. Il Movimento 5 Stelle fra questi si distinguerà a prescindere dall’esito, dalle scelte di ognuno di noi, lo sanno tutti. I partiti tradizionali hanno paura del successo che sarà ufficializzato con lo spoglio. Ma sanno anche che quello italiano sarà l’epicentro di questo “risveglio” popolare che scuoterà molte democrazie.

Se sarà un evento positivo o negativo per me è presto dirlo. Cosa seguirà non lo possiamo sapere. Non credo poi a chi fa previsioni e accostamenti col periodo di Benito M. So solo che ci sarà lavoro per molti storici.

Pubblicato da

Damiano Zito

Ingegnere Elettrico e Dottore di Ricerca. Appassionato di tecnologia ed utente Android. Ho vissuto 10 anni a Roma. Su questo blog ho riversato pensieri, opinioni, collaborazioni ed esperienze personali. Quello che leggi può essere stato scritto ormai qualche anno fa.

Lascia un commento